Caratteristiche: percorso turistico/culturale, pellegrinaggio-trekking fra storia e natura
Percorribilità: a piedi e in MTB

IL PROGETTO

Il progetto di turismo lento e sostenibile CAMMINO D’ETRURIA prevede di studiare e mettere in opera un percorso moderno escursionistico/culturale che permetta, alle diverse categorie turistiche (camminatori, ciclisti, appassionati di attività outdoor) di poter visitare (senza tuttavia mai interferire o modificare) le evidenze storiche e naturalistiche presenti all’interno dei territori di: Pisa- Collesalvetti – Cascina – Crespina Lorenzana – Casciana Terme Lari- Terricciola – Montecatini Val di Cecina -Lajatico – Volterra- Casole d’Elsa – Colle di Val d’Elsa – Sovicille – Monteroni d’Arbia – Murlo – Buonconvento – Asciano – Trequanda – Sarteano – Chianciano Terme e Chiusi
Il percorso fin ora studiato è frutto di ricognizioni sul campo e studio cartografico (svolto negli anni 2017- 2018) per ottenere una traccia il più possibile compatibile con le esigenze escursionistiche:
  • divisione in varie tappe (non si superano i 20 km a tappa)
  • calcolo delle pendenze del terreno per ottenere un percorso accessibile a tutte le categorie turistiche
  • vicinanza ad aree di sosta, strutture ricettive e strutture mediche
I viaggiatori saranno supportati dalle tracce GPS create dai progettisti e dalla segnaletica direzionale inserita in loco (in nessun caso inserita all’interno di strade private o siti archeologici).

LE EVIDENZE ETRUSCHE
Lungo il percorso è possibile entrare in contatto con evidenze archeologiche, collegate esclusivamente in modalità escursionistica:

TRATTO VOLTERRA – MURLO
Necropoli etrusca del Portone (Volterra), Tomba dell’Agresto (Casole d’Elsa), Necropoli etrusca di Dometaia ( Colle di Val d’Elsa) n.b visitabile su appuntamento tramite il Gruppo Archeologico Colligiano, Tumulo di Mucellena (Casole d’Elsa), Necropoli etrusca di Malignano (Sovicille).

TRATTO PISA – VOLTERRA
Tumulo del principe etrusco (Pisa), Ipogei del Belvedere (Terricciola).

I MUSEI ARCHEOLOGICI
Fondamentale, per rendere completo il pacchetto turistico, e per fornire informazioni ufficiali, risulta la segnalazione dei musei archeologici presenti lungo il percorso:

TRATTO VOLTERRA-MURLO
Museo Guarnacci (Volterra), Museo Civico, Archeologico e della Collegiata (Casole d’Elsa),Museo archeologico “Ranuccio Bianchi Bandinelli” (Colle di Val d’Elsa) nb. “in fase di riapertura”, Antiquarium di Poggio Civitate (Murlo).
TRATTO PISA-VOLTERRA
Mostra archeologica “etruschi a Parlascio” (esposizione permanente – Casciana Terme), Museo delle Navi Antiche di Pisa (Pisa)


LE EVIDENZE NATURALISTICHE
Il percorso attraverserà le seguenti evidenze naturalistiche:

TRATTO VOLTERRA-CHIUSI
Foresta di Berignone/Tatti: riserva naturalistica – Montagnola Senese: sito di interesse comunitario Val di Merse: sito di interesse comunitario – Crete Senesi
​TRATTO PISA-VOLTERRA
Oasi della Contessa: riserva naturale provinciale (LI)* visitabile su prenotazioneParco dei Monti Livornesi
​​
Gli obiettivi del progetto:
  • riscoprire e favorire la conoscenza dei beni archeologici e naturalistici presenti lungo il percorso
  • promuovere il turismo lento tramite eventi ma soprattutto trekking e camminate storico/culturali e MTB
  • Installazione di una segnaletica direzionale comune, che renda il percorso un “pacchetto omogeneo” condiviso dalle comunità che risiedono nel territorio e facilmente leggibile dai turisti.
  • Collaborazioni con associazioni, pro loco, guide turistiche, cooperative archeologiche, musei, scuole, strutture ricettive, tour operator, per rendere completa l’offerta turistica.
  • Sviluppo di una guida cartacea e virtuale.
  • Ampliamento successivo del percorso verso le mete definitive Orvieto, Bolsena, Tarquinia e Bomarzo.

__________________________________
E-mail: camminoetruriacentro@gmail.com
Hashtag: #camminodetruria
Twitter: @camminodetruria
Pagina Fb: @camminodetruria