Caselle in Pittari è un piccolo borgo del Basso Cilento, situato nell’entroterra del Golfo di Policastro, presso la valle del Bussento. L’aspetto del centro cittadino odierno risulta fortemente condizionato dall’attività edilizia e urbanistica avutasi nel basso medioevo; il nucleo principale del centro storico, noto come “Castello”, difatti, si sviluppa verticalmente intorno ad una collinetta, sulla cui cima si trova un dongione d’età angioina con funzione difensiva e di avvistamento.
Il paese, posto a 450 m sul livello del mare, è inserito in un contesto naturale eccezionale. Fa parte del Parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano e vanta un patrimonio faunistico e floristico unico; grazie alla particolare conformazione geologica dell’area e alla peculiarità dei fenomeni carsici esistenti sul territorio, Caselle in Pittari è anche parte della lista mondiale dei geoparchi.

Dal 2014 nuove ricerche sono state avviate da un’équipe dell’Università degli Studi Di Salerno, guidata dalla prof.ssa Antonia Serritella, dai ricercatori Maria Luigia Rizzo, Michele Scafuro e Emanuela Citera, con un gruppo di studenti della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici.

Per approfondire, vai all’articolo redatto da Cristina Casalnuovo e Colette Manciero, cliccando >QUI<

Instagram: @CaselleInPittari_archproject
Hashtag: #caselleinpittari_archaeological_project
Facebook: @CaselleinPittariArcheologia