Per questo progetto avevo bisogno di un logo che riuscisse ad esprimere in poche linee il concetto di OsservArcheologiA, ed è stato proprio questo ad ispirarmi.

Mi spiego: ho deciso di disegnare alla base la sua iniziale, la “O”. A questa ho intrecciato il “cancelletto” che, come tutti oramai sappiamo, èil simbolo che associato ad una parola la trasforma in hashtag, quell’etichetta che sintetizza un intero argomento che si intende descrivere e, nel caso specifico del progetto di OsservArcheologiA, è l’elemento chiave dato che si avvale di quella che ho definito divulgazione culturale “social”.

Ma non è un cancelletto qualunque: notate che la parte in alto a sinistra, vuole raffigurare in maniera sintetica quasi come uno schizzo, la voluta della colonna ionica. Va da sè la scelta di questo elemento: sottolineare le tematiche trattate, quali Archeologia, Arte e Storia.

I colori sono quelli che caratterizzano OsservArcheologiA, ovvero il giallo e il nero, che ho scelto anche per il portale perché a mio avviso, sono quelli che nell’immaginario comune, indicano un cantiere, uno scavo archeologico.

Infine, per quanto riguarda la realizzazione dal punto di vista della grafica, ho realizzato il disegno a matita e poi l’ho “lucidato” grazie alla tavoletta grafica.

In foto, vi mostro il mio piano di lavoro: