Datazione: Tra VI e VII a.C. (?). Resti del “castellum aquae” dell’antica Capua, il castello di distribuzione delle acque, cardine dell’acquedotto capuano costruito in età augustea e che assicurava la distribuzione idrica a tutta la città, convogliando le acque che per gli storici provenivano dal monte Tifata o dal Taburno. Del castellum aquae sopravvivono soltanto alcuni resti di muri in opera reticolata, che consentono di identificarne la struttura e la pianta.

Autore scatto: Mariapia Statile, 2009

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.