La “Leonardesca” è la nuova serie di francobolli ordinari che il Ministero dello Sviluppo economico emetterà a partire dal 1° Ottobre 2015.
Per la prima volta sparirà l’importo del valore per fare spazio al simbolo indicante le quattro zone tariffarie: sono i cosiddetti  “forever” poiché, in caso di variazioni di prezzo del servizio, sono sempre utilizzabili nel tempo, senza dover ricorrere a emissioni integrative di francobolli ordinari ad ogni cambiamento di tariffa.

Il tema della serie riproduce i disegni di Leonardo Da Vinci:

  • particolare del disegno di Leonardo da Vinci, Le proporzioni dell’uomo secondo Vitruvio, esposto al Gabinetto dei disegni e stampe delle Gallerie dell’Accademia di Venezia (Francobollo tariffa A);
  • Vite aerea, precursore dell’elicottero, particolare del Manoscritto sulle macchine volanti, esposto nella Bibliotheque de l’Institut de France di Parigi (francobollo tariffa A zona1)
  • progettazione di un’ala meccanica, particolare del Codice Atlantico esposto nella Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano
    (francobollo tariffa A zona 2);
  • Balestra gigante, particolare del Codice Atlantico esposto nella Veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano (francobollo tariffa A zona 3);

La Leonardesca è la decima serie ordinaria dall’avvento della Repubblica e ci restituisce dei veri e propri ‘monumenti di carta’ significati dell genialità, dell’inventiva e della creatività tutte italiane dato che sia l’unica dopo la scomparsa della moneta nazionale, a rappresentare l’identità circolante del nostro Paese.

 

Questa  serie che sancisce una sorta di rivoluzione postale, e arriva dopo la storica “Democratica” del 1946, passando per la raffinata “Italia al Lavoro” (1950), alle due emissioni della “Siracusana” (1953), alla splendida “Michelangiolesca” (1961) che riproduce i volti disegnati nella Cappella Sisitina, alla longeva serie dei “Castelli d’Italia” (1980-1998 e oltre); segue la “Donna nell’Arte“, serie dedicata ai volti delle donne raffigurati nell’arte, sino ad arrivare alla Posta Prioritaria.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *