Condividi su

Nei sotterranei della Basilica di Santa Maria Del Popolo a Roma, nella scenografica Piazza del Popolo, si trova un affascinante nonché educativa esposizione che consente di scoprire e apprendere il genio di Leonardo. Si tratta del Museo Leonardo da Vinci dove le macchine interattive sono a grandezza naturale oppure, in scala ridotta, mentre altre ancora sono realizzate di dimensioni maggiori per rendere meglio i dettagli. Queste macchine sono state realizzate da artigiani itaiani che hanno seguito i codici manoscritti di Leonardo, colui che è stato inventore, artista, scienziato, anantomista, ingegnere, architetto, insomma, un vero e proprio genio.
Inoltre, è presente una sala immersiva multimediale per viaggiare nella mente e nella vita del genio.

Ho deciso di scrivere un post in merito poiché Leonardo era guidato da una curiosotà senza pari, quella stessa curiosità che smuove l’archeologo nelle sue ricerche, nelle sue scoperte e nei suoi studi.
Quindi seguito, vi  mostro tutto attraverso i miei scatti suddivisi tematicamente.

 

Pannello schematico dei Codici contenenti le opere di Leonardo, così come proposto al Museo (Ph Mariapia Statile)

 

Le macchine:

 

Riproduzione degli studi di anatomia umana:
Leonardo fu colui che diede vita alla prima rassegna iconografica dei muscoli dell’uomo e relative parti accessorie, una tematica che approfondì scrupolosamente.

Il progetto di scultura equestre per gli Sforza:
Leonardo apprese le basi della scultura durante il suo periodo di apprendistato presso il laboratorio del Verrocchio a Firenze. Così, quando andò a Milano, si presentò come un abile scultore e artista. Il Duca di Milano gli commissionò la grande stauta di bronzo, in onore di suo padre, e Leonardo vi lavorò per molti anni come testomoniano i suoi bozzetti di cavalli per lo studio sulle propozioni al fine di ottenere un cavallo perfetto.

Riproduzione dello studio dei fiori:
Questi disegni testimoniano il suo studio della botanica in generale e alla descrizione dei fiori.

 

Riproduzioni delle opere pittoriche:

 

 

Dal video multimediale dell’Ultima Cena:

 

 

La sala immersiva multimediale:

 

 

 

Visitare questo museo è stato davvero affascinante grazie all’interattività messa a disposizione del visitatore: alcune macchine, ovvero quelle dotate di un simbolo con la spunta verde, si possono ‘toccare’ e questo permette di comprenderne il meccanismo quasi come se Leonardo fosse lì accanto a noi a raccontarne il funzionamento! Davvero geniale e adatto a grandi e piccini.

Dalle fotografie avrete notato che ho portato con me Mela, la mia jackina. Ci tengo a ribadire che come per tutte le visite che faccio assieme alla mia jackina presso luoghi culturali, mi assicuro innanzitutto che la visita non risulti troppo stressante per lei e in caso lo fosse, evito!
Dopodiché mi assicuro prima che l’accesso sia consentito agli animali da compagnia contattando la struttura. Quando sono sul posto, la conduco sempre al guinzaglio e talvolta, data la sua taglia, la tengo in braccio e soprattutto, prima di entrare, le faccio fare un bel giretto così che possa ‘liberarsi’ evitando spiacevoli inconvenienti!

Credo fermamente che debba esserci sempre una buona educazione sia del padrone che del suo amico a 4 zampe nonché un profondo rispetto dei luoghi culturali così come dei suoi visitatori.

 

Sitografia di riferimento:
sito ufficiale del Museo
Edizione Nazionale dei Manoscritti e dei Disegni di Leonardo da Vinci
Ulisse: il piacere della scoperta. Leonardo genio universale
Libri su Leonardo da Vinci I migliori libri su Leonardo da Vinci per adulti e bambini

 

Print Friendly, PDF & Email

RIPRODUZIONE RISERVATA ©OsservArcheologiA

È consentito l'utilizzo dei contenuti previa indicazione della fonte

One thought on “Alla scoperta del genio di Leonardo da Vinci

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.